L’impatto energetico sulle varie malattie del corpo

yinyang.gif

 

In questa sezione descriverò l’impatto energetico sul corpo ammalato tralasciando le nozioni di eziologia, patogenesi e patologia clinica, giacché molti disturbi qui descritti, non sono delle malattie nel senso stretto del termine. Inoltre, non è necessario spiegare i disturbi organici quando si usa la stessa influenza energetica per tutte le malattie del medesimo apparato (per esempio, il sistema endocrino).

 

Le malattie del sistema circolatorio

 

image002.gif

 

Il sangue è una sostanza importante del corpo con una specifica struttura morfologica e dalle funzioni diverse. Per molte scuole di guarigione orientale, il ruolo esclusivo del sangue era di mantenere le forze vitali dell’organismo. I guaritori Bulgari ritenevano che il sangue fosse la manifestazione materiale dell’energia vitale. Per molti aspetti avevano ragione, giacché i disturbi circolatori nel corpo, soprattutto, dipendevano dai cambiamenti dell’equilibrio energetico e viceversa.

Convenzionalmente, il sangue è diviso in due parti: le cellule e il plasma. La formazione delle cellule sanguigne avviene in organi ematopoietici: midollo osseo rosso, linfonodi e milza.

Il concetto di sistema sanguigno include il sangue periferico, gli organi sanguigni e gli organi distruttori del sangue, nonché l’apparato neuroumorale che li regolamenta.

Per curare le malattie del sistema sanguigno, i guaritori Bulgari non trattavano il sangue, ma influenzavano gli organi della circolazione sanguigna e il sistema nervoso centrale.

L’influenza energetica è effettuata inizialmente su due centri energetici: Manipuraka chakra e Anahata chakra. A questo punto, il guaritore ristabilisce l’equilibrio energetico di reni, fegato, pancreas, milza e cuore. Se in qualcuno di questi organi ci sono dei disturbi, il guaritore li rimuove. Il metodo per influenzare i suddetti organi è esposto in altri capitoli. La tecnica per influenzare energeticamente milza e pancreas è qui descritta:

(http://www.tradizionesacra.it/Manipura_chakra_e_la_cura_del_pancreas_nel_Volga_Bulgaria.htm)

La fase seguente del trattamento influenza il quinto centro energetico, Vishuddha-chakra. In esso, il guaritore normalizza le funzioni dei polmoni e del cuore eliminando il loro squilibrio energetico. (http://www.tradizionesacra.it/malattie_respiratorie.html)

Inoltre, il guaritore influenza il centro telepatico Ajna chakra, da cui influisce l’intero sistema circolatorio fornendo un programma per la normalizzazione della circolazione sanguigna e per il ripristino della sua funzione. Durante il processo di guarigione, ogni guaritore trova un’immagine personale che potrebbe funzionare effettivamente (per maggiori dettagli sull’inserimento del programma di guarigione consultare i capitoli precedenti).

Nelle malattie del sistema circolatorio il ristabilimento dell’equilibrio tra il primo e il settimo centro energetico, tra Muladhara chakra e Sahasrara chakra, e l’allineamento del campo energetico al loro livello, è di grande importanza.

Il trattamento termina ripristinando e rafforzando l’aura dell’ammalato. È importante non solo per ripristinare il campo energetico, ma è necessario anche proteggerlo bene. Se il campo non è stabile dopo l’influsso del guaritore, sono richieste una serie di sedute.

Le raccomandazioni dei guaritori Bulgari:

1. L’osservanza di una dieta nutriente e ricca di tutti gli elementi necessari per la vita, ma al tempo stesso ridotta di grassi, proteine e carboidrati;

2. L’uso di erbe medicinali e di alimenti che ripristinano la funzione sanguigna completa;

3. Passeggiate regolari all’aria aperta e l’esecuzione della ginnastica respiratoria (vedi cap. Introduzione allo Yoga Musulmano dei Bulgari del Volga http://www.tradizionesacra.it/Introduzione_allo_Yoga_Musulmano_dei_Bulgari_del_Volga.htm )