Il trattamento della spina dorsale

 

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: C:\Users\Utente\Desktop\Лечение позвоночника_files\image001.gif

 

 

I guaritori Bulgari eseguivano un trattamento polivalente della colonna vertebrale. La diagnosi era effettuata palpando energeticamente le apofisi spinose e i tessuti sottostanti.

 

            Per i guaritori Bulgari, la chiropratica doveva eseguirsi allo stadio iniziale dell’osteocondrosi della colonna vertebrale. Ecco le seguenti fasi dell’osteocondrosi della colonna vertebrale:

 

1.      Ci sono delle fessure dell’anello fibroso con conseguente spostamento del nucleo gelatinoso che è maggiore nella parte posteriore. La sindrome dolorosa locale al livello del segmento interessato dipende dalle irritazioni delle terminazioni del nervo seno-vertebrale di Luschka negli strati fibrosi esterni del disco coinvolto, dall’apparato legamentoso e dagli involucri del midollo spinale.

 

2.      Le numerose fessure degli anelli fibrosi conducono a una sua essiccazione graduale che abbassa l’altezza del disco riducendone la sua funzione di fissazione, con una conseguente instabilità del segmento vertebrale.

 

3.      La possibile rottura del disco intervertebrale con una sua graduale crescita interna di tessuto fibroso. La possibile rottura del disco con una perdita maggiore o minore di nucleo gelatinoso (la formazione dell’ernia discale). Questa fase è caratterizzata da frequenti disturbi neurologici, da sindromi dolorose e persistenti che sviluppano la spondiloartrosi.

 

4.      Si sviluppa la fibrosi del disco con una riduzione significativa della sua altezza e con l’insorgenza dell’immobilità delle vertebre.

 

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: C:\Users\Utente\Desktop\Лечение позвоночника_files\image002.gif

 

Compiere la correzione della colonna vertebrale toracica, lo stiramento muscolare e la pressione col palmo delle mani (direzione: verso il basso e all’esterno della colonna vertebrale).

 

La sconfitta dell’osteocondrosi, spesso, avviene in fasi diverse osservando i molteplici segmenti vertebrali. L’osteocondrosi colpisce più frequentemente la regione lombare e cervicale della colonna vertebrale.

Per i guaritori Bulgari, lo sviluppo dell’osteocondrosi dipende dall’interruzione della normale circolazione dell’energia lungo la colonna vertebrale. Il guaritore definiva il disturbo diagnosticandolo a contatto, passando il palmo della mano lungo la spina dorsale. Usando questo metodo diagnostico, il guaritore sente i drastici cambiamenti della temperatura corporea quando ci sono notevoli disfunzioni. La diagnosi a distanza determina la mancanza o l’eccesso dell’energia nella spina dorsale. Scandagliando la copia energetica della colonna vertebrale si può stabilire una diagnosi più sottile, fino a determinare le deformazioni nei dischi intervertebrali.

 

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: C:\Users\Utente\Desktop\Лечение позвоночника_files\image003.gif

 

La pressione sulle apofisi della colonna vertebrale della regione lombare e sulla parte inferiore della colonna vertebrale toracica (direzione: dalla testa in basso).

 

Per la diagnosi è importante palpare alcuni punti definiti e valutare il grado di morbosità del disturbo. Innanzitutto, si tratta di punti situati lungo il nervo sciatico (nella parte inferiore del gluteo, a metà strada tra la tuberosità ischiatica e il grande trocantere; sotto i muscoli glutei; al centro della coscia, nella fossa poplitea; nel mezzo del muscolo gastrocnemio, dietro la testa del perone, sulla pianta del piede). Altrettanto importanti per la diagnosi sono i punti delle apofisi spinose, nonché la disposizione e la forma di questi processi.

 

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: C:\Users\Utente\Desktop\Лечение позвоночника_files\image004.gif

 

La correzione del rachide lombare col sollevamento di una gamba e la pressione simultanea sulle apofisi spinose delle vertebre (la direzione è indicata in figura).

 

Va notato che le alterazioni dell’equilibrio energetico della colonna vertebrale sono influenzate da molti fattori connessi principalmente al modo di vivere: cibo indigesto, eccessivo esercizio fisico, stress, ecc

 

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: C:\Users\Utente\Desktop\Лечение позвоночника_files\image005.gif

 

La correzione lombare e della parte inferiore toracica della colonna vertebrale utilizzando la pressione contemporaneamente sulla spalla e sulla coscia (la coscia è sollevata in alto e verso l’altra gamba, l’appoggio sulla spalla è diretto verso il basso).

 

Prima della manipolazione si deve massaggiare la colonna vertebrale. È necessario eseguire un massaggio generale e poi massaggiare i punti riflessi dolorosi della schiena e del collo. È universalmente riconosciuto che una manipolazione eseguita correttamente sia accompagnata da uno scricchiolio delle lamine dell’arco vertebrale, come pure dei legamenti tra il peduncolo (radice dell’arco) e il tubercolo. L’eliminazione del dolore necessita, di solito, una o due sessioni, ma a volte, per il raggiungimento di un risultato positivo è necessario eseguire fino a nove sessioni.

 

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: C:\Users\Utente\Desktop\Лечение позвоночника_files\image006.gif

 

La correzione della colonna vertebrale lombare utilizzando la pressione secondo la modalità ginocchio-petto-spalla.

 

I guaritori Bulgari combinavano sempre la chiropratica con l’influsso energetico.

 

 

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: C:\Users\Utente\Desktop\Лечение позвоночника_files\image007.gif

 

La correzione lombare, della parte inferiore e mediana della colonna vertebrale toracica ruotando il bacino (la pressione è effettuata su spalla-braccio-coscia).

 

La sessione inizia con una manipolazione della colonna vertebrale toracica. Il paziente è prono e rilassato. Il guaritore esegue la seduta di fisioterapia premendo sui muscoli situati su entrambi i lati della spina dorsale, prima sulla colonna toracica superiore, e poi sulla mediana e sull’inferiore. La pressione è effettuata durante l’espirazione del paziente. In seguito, pressioni identiche sono compiute sui muscoli della colonna vertebrale lombare. Il guaritore preme i palmi di entrambe le mani appoggiando la mano sinistra sul lato destro della colonna vertebrale.

 

 

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: C:\Users\Utente\Desktop\Лечение позвоночника_files\image008.gif

 

La correzione graduale inarcando la colonna lombare e toracica.

 

Il guaritore esegue le successive pressioni non con i palmi, ma con i pugni. La manipolazione inizia dal basso verso l’alto, dalla spina dorsale lombare alla toracica e premendo su entrambi i lati delle apofisi spinose della colonna vertebrale rotola i pugni.

 

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: C:\Users\Utente\Desktop\Лечение позвоночника_files\image009.gif

 

Lo stiramento e lo scuotimento della colonna lombare e toracica (il guaritore gli inclina il corpo in alto e all’indietro e gli estende le spalle).

 

La fase seguente - la pressione sulle apofisi spinose avviene dal basso all’alto, prima con la mano, e poi col pugno. In questo modo, un’apofisi spinosa si trova tra la 3° e 4° testa dell’osso metacarpale e tra i lati interni della 3° e 4° dita della mano del guaritore.

 

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: C:\Users\Utente\Desktop\Лечение позвоночника_files\image010.gif

 

Lo stiramento e lo scuotimento della colonna lombare e toracica (il guaritore gli inclina il corpo in alto e all’indietro e gli alza un avambraccio).

 

A causa dell’interruzione della normale circolazione energetica lungo la colonna vertebrale dovuta all’osteocondrosi, spesso si deformano le apofisi spinose, alcune delle quali diventano più sporgenti e altre meno, rispetto al piano della schiena. La normalizzazione delle relazioni tra le apofisi spinose avviene nel modo seguente: il guaritore colloca il dito medio e l’indice della mano sinistra (il dito medio sull’apofisi, l’indice è sul dito medio), e col palmo destro della mano esegue una picchiettatura accurata sul dito indice della mano sinistra. Questa manipolazione solleva l’apofisi spinosa sottogiacente e abbassa la prominente.

 

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: C:\Users\Utente\Desktop\Лечение позвоночника_files\image011.gif

 

Lo stiramento della colonna cervicale è eseguito ruotando successivamente la testa a destra e inclinandola a sinistra.

 

La pressione sulle apofisi spinose sporgenti è combinabile al raddrizzamento del rachide lombare. Il guaritore esegue uno stiramento alzando alternativamente le gambe del paziente e allo stesso tempo, preme il palmo sulle apofisi spinose lombari sporgenti.

La successiva correzione della colonna vertebrale è effettuata con l’aiuto di leve lunghe e medie, e anche con lo scuotimento (guardare le foto e le spiegazioni).

 

 

Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: C:\Users\Utente\Desktop\Лечение позвоночника_files\image012.gif

 

Lo stiramento del rachide cervicale eseguito tramite la testa appoggiando gli avambracci sulle articolazioni omerali.

 

Il trattamento manuale termina correggendo il rachide cervicale. La prima cosa che fa il guaritore è di stirare prudentemente il rachide cervicale prendendo con i palmi delle mani la testa del malato e appoggiando gli avambracci sulle articolazioni omerali dell’ammalato. Il paziente si trova seduto o in piedi, mentre il guaritore stira la sua testa verso l’alto.

 

Nella fase successiva, la correzione avviene inclinando la testa del malato e simultaneamente inarcando il collo sul braccio del guaritore. Questa mano preme leggermente sul collo, mentre l’altra mano inclina la testa del paziente. La correzione è eseguita inclinando la testa a sinistra e a destra.

 

Inoltre, la correzione è fatta sulla colonna cervicale ruotando la testa da un lato all’altro. Le rotazioni sono effettuate con cautela prima che appaia lo scricchiolamento.

 

La sessione termina influenzando energeticamente la spina dorsale. In presenza di forti disturbi, il guaritore riscalda col palmo delle mani e a contatto i centri energetici disposti lungo la colonna vertebrale. Dapprima, le mani si sovrappongono al coccige (Muladhara-chakra) e alla settima vertebra cervicale (Vishuddha-chakra). Così, l’energia è inviata attraverso la colonna vertebrale con una mano e accettata dall’altra.

 

In seguito, la mano sinistra è distesa su Vishuddha-chakra, poi si muove sul centro del cuore (Anahata-chakra), sul centro renale (Manipuraka-chakra) e sul centro sessuale (Svadhistana-chakra). La mano destra in ogni momento influenza il Muladhara chakra.

 

Dopo aver influenzato la colonna vertebrale, bisogna riempire a contatto col calore energetico il rene (vedere il capitolo “Le malattie renali…”), poiché in Oriente si ritiene che i reni dirigano insieme al sistema nervoso centrale le funzioni della spina dorsale. Una funzionalità renale insufficiente comporta disturbi della colonna vertebrale lombare: il paziente può anche non percepire il dolore renale, ma sente solo al mattino un malore al rachide lombare.

 

La sessione termina con l’allineamento remoto (a distanza) della colonna vertebrale e col ristabilimento energetico del paziente attraverso la creazione di circoli d’energia (vedere la sezione sulla “polmonite”).

 

Le raccomandazioni dei guaritori Bulgari:

 

1. L’osservanza di una dieta senza carne, sale, grassi e piccante;

2. L’uso di erbe medicinali (vedi capitolo “La fitoterapia... ”);

3. Una regolare esecuzione di giorni di monodieta (ad esempio, solo yoghurt o solo mele) e di digiuno;

4. L’esecuzione di una ginnastica per la spina dorsale (eseguita con prudenza tenendo conto del livello dei disturbi);

5. In presenza di dolori acuti della spina dorsale si applicano delle uova sode di gallina tagliate a metà. Le uova senza guscio sono applicate sui punti dolorosi per tutta la notte. Per conservare le uova calde, ci si copre con del cellofan e con un panno.